Emanuele Burrafato

Danzatore, coreografo, scrittore, storico di danza, è stato attivo nel corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli, diretto da Elisabetta Terabust (2002-2007), nel corpo di ballo dell’Arena di Verona, diretto da M. Grazia Garofoli (1999-2013), e nel corpo di ballo del Teatro Giuseppe Verdi di Trieste, diretto da Giuseppe Della Monica (1999-2011), dove ha interpretato ruoli solistici sia nel repertorio classico che contemporaneo. Si è esibito inoltre per le compagnie Aterballetto di Reggio Emilia, Danzare la Vita di Elsa Piperno, Aton Dino Verga Danza, e per il Teatro Regio di Parma, il Teatro Comunale di Padova, il Festival Taormina Arte.

Come primo ballerino, tra gli altri, ha danzato nel Pinocchio di Fabrizio Monteverde al Teatro Regio di Torino, nel Concilio dei pianeti di Stefano Poda (Spettacolo Celebrazione per i 50 anni dei Solisti Veneti, diretti da Claudio Scimone alla Sala della Ragione di Padova), nel Cyrano di Bergerac di Enrico Morelli con la compagnia Astra Roma Ballet, e nella Serata Nijinsky con la compagnia EgriBiancoDanza, alla Cavallerizza Reale di Torino.

Nel corso della sua carriera, oltre ai coreografi citati, ha danzato in lavori di George Balanchine, Maurice Bejart, Roland Petit, Kenneth MacMillan, Derek Deane, Vladimir Vassiliev, Ricardo Nunez, Gheorghe Iancu, Amedeo Amodio, Stefano Giannetti, Karole Armitage, Yuri Vamos, Susanna Egri, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Aline Nari, Laurance Fanon, Michele Merola, Renato Zanella, Luciano Cannito, Gino Landi, al fianco di artisti quali Roberto Bolle, Luciana Savignano, Svetlana Zakarova, Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Hugo de Ana.

Ha coreografato gli spettacoli Intorno a Don Carlos, prove d’autenticità e Conversation Pieces con la regia di Marco Filiberti (Teatro Moriconi di Jesi, Teatro degli Avvaloranti di Città della Pieve, Teatro Poliziano di Montepulciano), L’Inverno di Vivaldi per la Scuola del Balletto di Roma diretta da Paola Jorio (Teatro Olimpico di Roma), Chanson de Bilitis, Il ballo delle Ingrate, Giamburrasca, per il Conservatorio di Torino, Chiare fresche dolci acque per il Museo Revoltella di Trieste; è stato inoltre assistente alle coreografie al Teatro Regio di Torino e per lo spettacolo Traiano, il giovane imperatore romano ai Mercati di Traiano di Roma.

È laureato in Spettacolo Teatrale, Cinematografico, Digitale (laurea magistrale), presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma, con Master in Gestione e Organizzazione dello Spettacolo Musicale al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.

Come storico di danza ha all’attivo due pubblicazioni di successo con la Casa Editrice Gremese, Elisabetta Terabust, l’assillo della perfezione, 2013, e Luciana Savignano, l’eleganza interiore, 2016. Ha inoltre scritto per il Dizionario Biografico degli Italiani dell’Enciclopedia Treccani, per il Mittelfest (2013), per la trasmissione di Vittoria Cappelli Progetti di danza (Rai5) dedicata a Elisabetta Terabust, per il galà Ritratto d’Artista di Daniele Cipriani (2012), per il Festival Invito alla danza di Roma (2012), e ha collaborato con l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo (2017).